“Insulti razzisti all’arbitro”: allenatore della Juniores squalificato per 9 mesi

28 Settembre 2022

Un altro caso di razzismo nel calcio giovanile piacentino.
L’allenatore della squadra Juniores del San Corrado è stato squalificato per nove mesi per insulti razzisti ai danni dell’arbitro.
È accaduto sabato scorso nel corso della partita contro la Turris.
“Al 23′ del primo tempo – si legge nel comunicato ufficiale della Figc – l’arbitro espelleva il Tosi Andrea, allenatore della Libertas San Corrado, poiché quest’ultimo gli rivolgeva un grave insulto razziale, riferito al colore della sua pelle. Dopo l’espulsione, il signor Tosi Andrea si posizionava tra il pubblico, ove continuava a contestare ogni decisione arbitrale, fino ad urlare un nuovo e gravissimo insulto razzista nei confronti del medesimo direttore di gara. La rilevanza dei fatti descritti, come riportato nei documenti ufficiali, è ulteriormente aggravata dal fatto che essi sono ascrivibili ad un allenatore di una squadra di categoria Juniores: un soggetto, pertanto, che dovrebbe essere di esempio per i propri giovani atleti. Costituisce aggravante ulteriore il fatto che, dopo un primo insulto razzista, rivolto al direttore di gara dal campo, il signor Tosi Andrea abbia reiterato tali insulti dalla tribuna. In ultimo, si osserva che il fatto di aver rivolto tali insulti razzisti all’arbitro, il soggetto cui è demandato il compito di dirigere la gara e di verificare l’osservanza del regolamento, costituisca altra e non trascurabile aggravante. Il giudice sportivo, commina al sig. Tosi Andrea l’inibizione da ogni attività sino al 30 giugno 2023″.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà