Provincia

Piacenza capitale della presenza di stranieri: sono il 17,7% della popolazione

30 ottobre 2012

Piacenza capitale regionale degli immigrati. Lo rivela il ventiduesimo rapporto Caritas-Migrantes. I comuni emiliano romagnoli che superano il 10% dei residenti stranieri passano dai 22 del 2004 ai 176 del 2011: in testa Galeata (Forlì-Cesena) con il 22,5% della popolazione, seguita da Luzzara, nel Reggiano (21,6%), e dalla piacentina Castelsangiovanni con il 21,3%. Spiccano anche Borgonovo con il 19,2%, Sarmato con il 17,6% e Fiorenzuola con il 17,5%.
Tra i Comuni capoluogo Piacenza e Reggio Emilia sono quelli con la più alta incidenza di popolazione straniera (17,7%), mentre Bologna è prima in valori assoluti (52.473 unità). A Piacenza sono invece 18.353, a Castelsangiovanni 2.984 e a Fiorenzuola 2.684.
Tra le province, prima Piacenza con il 14,1% seguita da Reggio-Emilia (13,5%). Sul nostro territorio risiedono complessivamente 41mila immigrati, divisi esattamente a metà tra uomini e donne. I minori sono 9.888, il 22,5% del totale nella nostra provincia, altro dato record in regione.
I principali paesi di provenienza degli stranieri residenti in Emilia Romagna sono il Marocco (13,8%), la Romania (13,7%,) e l’Albania al 11,8%.
Gli stranieri percepiscono in media uno stipendio netto di mille euro: il 23% in meno rispetto agli italiani. Tra contributi previdenziali (68,7 milioni) e gettito fiscale (38 milioni) il totale pagato nel 2010 dai lavoratori stranieri di Piacenza è stato superiore ai 106 milioni di euro.

Sintesi del dossier (formato .Pdf)

Tabelle dati Emilia-Romagna (formato .Doc)

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Provincia Video Gallery