Provincia

Autostrade, stangata per i piacentini: aumenti fino al 7% verso Milano

2 gennaio 2013

Stangata di inizio anno per i piacentini che utilizzano l’autostrada. Viaggiare verso Milano, meta quotidiana di migliaia di studenti e lavoratori della nostra provincia, costa decisamente di più: dal primo gennaio, infatti, il pedaggio è aumentato del 7% tra Piacenza sud e la barriera di Melegnano, mentre la tratta tra il casello di Piacenza Nord e quello milanese è salita del 5,5%. Non sorride neppure chi parte da Fiorenzuola: +5,8%. Tariffe al rialzo anche per chi va a Parma o raggiunge le altre uscite verso sud lungo la A1.
In termini più pratici, la tratta Piacenza sud-Melegnano costa dal primo gennaio 4,5 euro, contro i 4,2 che si pagavano fino al 31 dicembre 2012. Da Piacenza Nord alla prima barriera di Milano si spendono invece 3,9 euro, contro i 3,7 di fine anno, mentre chi entra a Fiorenzuola paga 5,5 euro anziché 5,2. Non tanto migliore la situazione sulla autostrada A21: da Brescia centro a Piacenza sud si è saliti da 4,40 euro a 4,60, ossia +4,5%.
Nessun aumento, almeno per il momento, sulla Piacenza-Torino sempre della A21, ma gestita da Satap e non da Centropadane. Un rincaro solo rimandato, circostanza che ha peraltro fatto protestare il concessionario, al pari di tutti quelli che non si sono visti accordare dal ministero gli adeguamenti tariffari che avevano richiesto.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE