Provincia

Mercatino di Natale sul Facsal? Gli ambulanti dicono no

10 ottobre 2013

L’idea di spostarsi da piazza Cavalli al Pubblico Passeggio proprio non piace agli ambulanti che compongono il mercatino natalizio. “Siamo aperti al confronto con il Comune – afferma il presidente dell’associazione che li riunisce, Pierangelo Pelati – ma non accetteremo mai di traslocare in un luogo così distante dal centro storico, soprattutto in questo momenti di crisi. Abbiamo spese ingenti da sostenere per l’organizzazione della manifestazione, i piacentini si sono affezionati a noi e offriamo un servizio adeguato: non c’è motivo per mandarci via. E in ogni caso abbiamo una concessione fino al 2017”.

L’associazione riconosce il calo della qualità degli ultimi anni: “E’ innegabile, ma a essere penalizzati sono anche i 30 ambulanti che cercano sempre di migliorare il proprio banco. Sulla decina che effettivamente non è all’altezza noi non abbiamo alcuna competenza, ben venga la commissione del comune se servirà a far migliore tutto il contesto”.  Gli ambulanti non vogliono arrivare allo scontro, ma si dicono pronti al ricorso al Tar nel caso il Comune imponesse il trasloco sul Facsal: “Comunque siamo certi che si arriverà a una soluzione”.

MERCATINO NATALIZIO, IL COMUNE PENSA A UNA RIVOLUZIONE – Piacenza come Parigi, con la pista di pattinaggio sul ghiaccio sotto al municipio, in piazza Cavalli? E’ l’idea dell’amministrazione comunale, che sta pensando a una vera e propria rivoluzione dell’assetto del mercatino di Natale. La discussione con gli ambulanti è aperta, nelle intenzioni di Palazzo Mercanti ci sarebbe anche lo spostamento dei banchi sul Pubblico passeggio, per lasciare spazio in piazza Cavalli a una iniziativa nuova e differente.

In ogni caso, il Comune non sarebbe soddisfatto della qualità della merce venduta da alcuni dei 40 ambulanti e starebbe pensando a una commissione destinata a valutare proprio la qualità dei prodotti proposti e se siano o meno adeguati al contesto in cui vengono esibiti.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE