Accordo su stime Nadef, più spazio con deficit 2021 al 7%

30 Settembre 2020


(ANSA) – ROMA, 29 SET – Accordo politico fatto sulla Nota di aggiornamento al Def che il governo si appresta a presentare domani in cdm puntando all’approvazione definitiva domenica. Secondo fonti del ministero dell’economia, il Pil arretrerà quest’anno del 9% per rimbalzare a +6% l’anno prossimo. Il deficit è stimato al 10,8% nel 2020, ma scenderà al 7% programmatico nel 2021 con un’espansione di 1,3 punti rispetto al tendenziale che permetterà di liberare tra i 21 e 22 miliardi di risorse a disposizione per la prossima manovra. Nel 2022 la previsione è al 4,7% programmatico che scenderà al 3% nel 2023. Il rapporto debito/Pil si attesterà invece al 158% nel 2020, in discesa già nel 2021 e per il prossimo triennio. Il governo punta ad una forte ripresa degli investimenti pubblici anche grazie al Recovery Fund. (ANSA).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà