Almodovar a Venezia, la casa prigione si cura con il cinema

03 Settembre 2020

(ANSA) – VENEZIA, 03 SET – “Prima di venire qui pensavo che il Covid ci ha costretti a stare tutti a casa, che abbiamo visto a un certo punto come una prigione. Quanta fiction abbiamo visto per riempire il tempo e quanto la fiction è necessaria e ci ha aiutato? Per questo io propongo il cinema. Uscire di casa per andare al cinema e condividere l’avventura di un film in una sala, emozionandosi insieme a degli sconosciuti”. Così Pedro Almodovar al Lido dove ha presentato fuori concorso The Human Voice, un corto di trenta minuti ispirato all’omonima piece di Jean Cocteau e interpretato da Tilda Swinton. (ANSA).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà