Bernini,App cavallo di Troia di Pechino?

21 Aprile 2020


(ANSA) – ROMA, 21 APR – “La vicenda dell’App Immuni presenta risvolti inquietanti che vanno immediatamente chiariti: abbiamo già detto che il tracciamento della vita degli italiani può essere deciso solo per legge dal Parlamento. Ma il fatto che nella società che l’ha messa a disposizione gratuitamente siano presenti capitali cinesi apre nuovi, gravi scenari sui quali il Copasir fa benissimo a indagare. Mettere il patrimonio dei dati sensibili dei cittadini a disposizione di un regime autoritario sarebbe l’ennesimo sciagurato servizio che questo governo rende a Pechino. Una scelta improponibile e inaccettabile”. Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente del senatori di Forza Italia.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà