Bonafede, basta ridicole illazioni

20 maggio 2020


(ANSA) – ROMA, 20 MAG – Sulla scelta del capo del Dap che portò il ministro della Giustizia a scegliere Francesco Basentini invece di Nino Di Matteo non ci fu “nessun condizionamento. Non sono più disposto a tollerare alcuna allusione o ridicola illazione”. Lo ha detto il Guardasigilli Alfonso Bonafede al Senato.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà