Campiello Giovani a Michela Panichi

05 Settembre 2020


(ANSA) – VENEZIA, 05 SET – E’ Michela Panichi, con il racconto ‘Medusa’, la vincitrice della 25/a edizione del Premio Campiello Giovani, il concorso riservato ai giovani tra i 15 e i 22 anni organizzato dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto. “Lo dedico a mia nonna che non è potuta venire qui perché quando tornavo a casa da scuola imparavo sempre qualcosa da lei. Mi ha insegnato anche il latino” ha detto all’ANSA la Panichi, 20 anni, di Napoli, nell’incontro questa mattina a Palazzo Franchetti a Venezia a poche ore dalla cerimonia di premiazione del Premio Campiello, stasera in Piazza San Marco. Scelto tra i cinque racconti arrivati in finale, dalla Giuria dei Letterati, presieduta da Paolo Mieli, ‘Meduse’ “racconta i rapporti familiari e come cambia il modo di vedere i propri genitori quando si matura” ha spiegato la Panichi. Secondo racconto scritto dalla Panichi, ‘Meduse’ “si addentra nelle geometrie psicologiche del rapporto fra due fratelli – un ragazzino e un adolescente – e una madre che si scopre incinta di una nuova vita, ancora una volta senza un padre presente. L’evento sconvolge, ridefinisce e alla fine ridispone in un nuovo equilibrio le relazioni fra personalità diverse, che la giovane autrice sa tratteggiare con finezza, pur con qualche ingenuità nel ricorso a immagini e temi convenzionali” dice la motivazione della Giuria. (ANSA).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà