Docente Pavia, userò immaginazione

01 Marzo 2020


(ANSA) – MILANO, 1 MAR – “Andrò comunque nell’aula dove devo fare lezione, anche se è vuota. La mia idea è fare come se niente fosse per quanto possibile, userò l’immaginazione e farò finta di avere davanti degli studenti”: Serena Feloj, professore associato di estetica, domattina alle 9 sarà tra i primi docenti dell’università di Pavia a tornare a fare lezione. In un’aula dove però ad ascoltarla ci sarà solo un tecnico che la aiuterà a registrare il suo podcast. Riprenderanno così i corsi universitari a Pavia e non solo e la professoressa Feloj deve iniziare il secondo semestre con la classica lezione introduttiva su che cos’è l’estetica: “Mi concentrerò sul testo che mi sono preparata – racconta – terrò conto del fatto che qualcuno mi ascolterà. Una forma di presenza a distanza me la immagino: non sto registrando una lezione che finisce su Youtube e nessuno mi ascolta, so chi sono i miei studenti”. “Meglio andare avanti che bloccare tutto”, aggiunge, “ma solo domani capirò cosa vorrà dire fare questo tipo di lezioni”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà