Giappone: Suga, un pragmatico guida il governo

16 settembre 2020


(ANSA) – TOKYO, 17 SET – Un politico partito da zero, un ‘pragmatico’ capace di trovare una soluzione rapida ai problemi, ma anche una persona in grado di ascoltare le ragioni degli altri; metodico sino allo sfinimento e con un debole per i dolci. Questa è l’immagine tratteggiata dalla stampa nipponica el nuovo premier del Giappone, Yoshihide Suga, il 71enne ex capo di Gabinetto che prenderà il posto di Shinzo Abe, che ha dovuto rinunciare dopo 8 anni alla guida dell’esecutivo. Una selezione quasi naturale in nome della continuità con il suo garante, il premier giapponese più longevo di sempre, ma che rischia di essere una scelta impopolare. E’ stata proprio la vicinanza ad Abe – con l’assegnazione del ruolo di ministro degli Affari interni nel suo primo breve mandato, e poi la conferma dal 2012, nella veste autorevole di segretario di Gabinetto -a forgiare la figura del nuovo premier. Per otto anni, riferisce la stampa, Suga non ha mai cambiato le proprie abitudini: sveglia alle 5 e, dopo un’ora di lettura dei giornali, una camminata di 40 minuti, prima di proseguire l’esercizio fisico con 100 addominali seguito dalla prima colazione. Di natura riservata e generalmente poco conosciuto al grande pubblico degli elettori, Suga tenterà ora di uscire allo scoperto: “La parte più difficile prima di accettare la candidatura alla guida del governo – ha rivelato il neopremier durante la campagna elettorale – è stata quella di convincere mia moglie della serietà delle mie intenzioni”. (ANSA).

© Copyright 2020 Editoriale Libertà