Il Covid non ferma l’Art Bonus, la raccolta cresce

23 Ottobre 2020


(ANSA) – ROMA, 23 OTT – Quasi 500 milioni di euro raccolti in cinque anni con 70 milioni di milioni di donazioni persino nei mesi bui del lockdown. Continua a crescere il successo dell’Art Bonus, la legge lanciata nel 2014 che apre le porte alle donazioni dei privati nei confronti del patrimonio dell’arte e dello spettacolo pubblico garantendo ai mecenati uno sgravio fiscale del 65 per cento. Lo sottolinea all’ANSA Carolina Botti di Ales, direttore responsabile Art Bonus per i rapporti con il Mibact, tra i protagonisti il 23 ottobre di un appuntamento ANSA INCONTRA insieme con il capo di gabinetto del Mibact Lorenzo Casini, il presidente e ad di Ales spa Mario De Simoni e Antonio Alunni, Ceo di Fucine Umbre e presidente del gruppo tecnico cultura di Confindustria. La contabilità precisa, spiega a margine Botti, è al momento di 487 milioni di euro che sono andati a 1.980 beneficiari per un totale di 4.025 interventi. I mecenati sono 1.800. (ANSA).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà