Milly Carlucci, con Ballando un messaggio di vita

22 novembre 2020

(ANSA) – ROMA, 22 NOV – “Spero che Ballando con le stelle abbia trasmesso un messaggio di vita: in un momento in un cui il mondo crolla intorno a noi, sorridere è una medicina, un’occasione per scrollarsi di dosso la negatività. Ecco, se abbiamo regalato al pubblico qualche momento di buonumore, di evasione, sono felice”. All’indomani della finale di Ballando con le stelle, che ha incoronato su Rai1 la coppia composta da Gilles Rocca e Lucrezia Lando, raccogliendo una media di 4,9 milioni di spettatori pari al 23.69%, Milly Carlucci è “soddisfatta”: “Abbiamo acceso a colori sgargianti il sabato sera, raccogliendo non solo un grandissimo ascolto, ma anche un enorme seguito sui social: la finale ieri ha fatto registrare 2,9 milioni di interazioni, numeri da Sanremo, inauditi per la Rai”. Una “battaglia vinta, anzi vintissima”, è il bilancio della conduttrice, più che mai dopo le settimane complicate in cui il cast e lo staff del programma hanno dovuto fare i conti con l’emergenza Covid: “E’ un sollievo essere arrivati alla fine: in tanti momenti – confessa Carlucci – ho temuto il blocco totale. Sentivo la responsabilità per tutti quelli che, nella nostra vastissima famiglia, guadagnano se lavorano, altrimenti non portano i soldi a casa. Ai telespettatori è arrivata la metà dei problemi che abbiamo affrontato: la positività al virus non ha toccato solo il nostro cast, ma anche autori, tecnici, tra squadre cambiate, rotazioni, tracciamenti”. Una missione compiuta anche grazie all’impegno dei maestri, “professionisti da urlo, allenatori, coreografi, partner, ma anche psicologi”, e a un cast “indovinato: sono loro, i personaggi, il motore dello show, ci vuole occhio nella scelta, ma anche la fortuna di trovarli liberi da impegni e pronti a mettersi in gioco”, sottolinea la conduttrice. “Adesso mi prenderò una settimana per dormire”, sospira Milly Carlucci, pronta già al prossimo impegno, la nuova edizione del Cantante mascherato, attesa al debutto su Rai1 a fine gennaio. “Spero che per allora saremo fuori almeno per metà dall’emergenza: in ogni caso l’obiettivo è sempre portare sorriso e divertimento”. (ANSA).

© Copyright 2020 Editoriale Libertà