Paolo Genovese, torno sul set, Servillo protagonista

30 Dicembre 2020


(ANSA) – NAPOLI, 30 DIC – ”Fra dieci giorni sarò sul set per ‘Il primo giorno della mia vita’, tratto dal romanzo che ho scritto 4 anni fa (pubblicato da Einaudi ndr). Sto lavorando da tanto e ci tengo moltissimo. Girerò interamente a Roma, è una storia sulla forza di ricominciare quando tutto intorno sembra crollare. Ora che vediamo tutto nero, il film arriva nel momento giusto, anche emotivamente”. Paolo Genovese racconta a Capri, Hollywood on line il suo 2021, un anno che riaperture dei cinema permettendo, potrebbe portare subito in sala il regista romano. ”L’uscita di Supereroi, con Jasmine Trinca e Alessandro Borghi, era prevista a gennaio per Medusa. Vedremo che cosa succede, aspettiamo e resistiamo, abbiamo voglia di mostrarlo al cinema, la sala restituisce un’emozione che nessun altro mezzo può dare. I film si fanno per il pubblico e per farli vedere sul grande schermo. Nel 2021 potrei ritrovarmi con due film pronti – nota Genovese – che ancora nessuno ha visto: è paradossale e un po’ frustrante. Sono però ottimista, la sala è un posto che può essere sicuro, con adeguati distanziamenti e tutte le precauzioni”. Il produttore del festival Pascal Vicedomini accoglie Genovese nella sua Capri, Hollywood virtuale, un evento che lo ha spesso visto protagonista, tra l’Italia e Los Angeles, sull’onda del successo mondiale di ‘Perfetti sconosciuti’. Al centro della lunga chiacchierata con l’autore (dopo l’anno drammatico dell’incidente, in cui sono morte a Roma le giovani Gaia e Camilla, per il quale il figlio Pietro è stato appena condannato a 8 anni), c’è il set alle porte. ”Sono orgoglioso del mio cast, lavoro per la prima volta con Toni Servillo, il personaggio che interpreta è difficile, sospeso tra il reale e il surreale, troveremo insieme una chiave interpretativa. Poi ci sono Margherita Buy, Vittoria Puccini, Valerio Mastandrea, Sara Serraiocco, è un film corale”. (ANSA).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà