Poster di Laika a Roma celebra legge argentina sull’aborto

31 Dicembre 2020



(ANSA) – ROMA, 31 DIC – La street artist Laika, che molti definiscono la ‘Banksy italiana’, si è unita alla gioia dei movimenti argentini che hanno lottato per 15 anni per avere la legge di legalizzazione dell’aborto approvata il 30 dicembre esponendo un suo poster su via Torino a Roma, nei pressi dell’ambasciata dell’Argentina. In dialogo con l’agenzia di stampa argentina Telam, l’artista ha dichiarato che “finalmente si è conclusa una battaglia ultradecennale”, sottolineando che “nel mondo c’è ancora tanta strada da fare”. Ispirandosi al manifesto del 1943 ‘We Can Do It’ (Ce la possiamo fare) di J. Howard Miller, commissionato dalla Westinghouse Electric come immagine per sollevare il morale dei suoi lavoratori durante la II Guerra mondiale, Laika ha riprodotto l’immagine di una donna, con un bavaglio verde sulla bocca, che flette muscolarmente il braccio destro e dice: ‘E’ legge!’. “Solo 60 paesi consentono l’accesso libero e legale all’aborto – ha ricordato – e solo il 37% delle donne in età fertile vive in Paesi in cui l’aborto è consentito senza divieti. Celebriamo questo importante traguardo – ha concluso – per ripartire domani con una speranza che il vento di questo cambiamento soffi in Sud America”. (ANSA).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà