Putin, Navalny strumento dell’Occidente per frenare la Russia

14 Febbraio 2021


Ma 

(ANSA) – MOSCA, 14 FEB – Alexey Navalny viene utilizzato dai Paesi occidentali come strumento della “loro politica di contenimento” della Russia: è l’accusa lanciata dal presidente russo Vladimir Putin nel corso di un’intervista realizzata mercoledì e trasmessa oggi dalla tv pubblica Rossija 24. “I nostri avversari o i nostri potenziali avversari… hanno sempre fatto affidamento su persone ambiziose e assetate di potere, le hanno sempre utilizzate”, ha detto Putin riferendosi a Navalny. “Usano questo personaggio proprio ora, in un momento in cui tutti i paesi del mondo, compreso il nostro, stanno sperimentando esaurimento, frustrazione e insoddisfazione” a causa “delle condizioni in cui vivono, del livello del loro reddito”, ha proseguito. Secondo Putin, inoltre, le recenti manifestazioni seguite all’arresto dell’attivista sono state alimentate anche dall’estero. Secondo il presidente, “i numerosi successi” della Russia, sul piano militare ma anche sul fronte della pandemia con il vaccino anti Covid Sputnik V, “iniziano ad irritare” gli avversari di Mosca: “Più forti diventiamo, più forte sarà questa politica di contenimento”, ha sottolineato. (ANSA).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà