Scala, la ripresa sarà difficile ma lavoriamo

23 aprile 2020


(ANSA) – MILANO, 23 APR – La ripresa dell’attività, dopo la chiusura del teatro imposta dalle norme sul coronavirus, per il teatro alla Scala sarà “molto difficile” secondo il sovrintendente Dominique Meyer che ha scritto una lettera a tutti i dipendenti, assicurando l’impegno “quotidiano” per “la ricerca di soluzioni” in questo momento “drammatico”. Il sovrintendente ha spiegato che bisogna “tenere conto di un calo per diverse ragioni del numero degli spettatori e soprattutto del pubblico internazionale, con una conseguente forte contrazione dei ricavi”. “Stiamo pensando con dedizione a come riaprire il Teatro alla Scala in sicurezza per i dipendenti come per gli spettatori e all’altezza della sua storia. Dovrà essere un segno importante ed esemplare, visibile e avvertibile a Milano, nella regione, in Italia e in tutto il mondo” ha aggiunto, annunciando progetto per streaming in diretta degli spettacoli e l’arrivo di un nuovo sito e un progetto digitale. (ANSA).

© Copyright 2020 Editoriale Libertà