Turchia, basta influenze esterne nel Mediterraneo orientale

03 Settembre 2020


(ANSA) – ISTANBUL, 03 SET – Sulle dispute nel Mediterraneo orientale “i Paesi terzi devono avere un atteggiamento ragionevole, solo così può essere trovata una soluzione. Quelli che vengono da migliaia di chilometri per fare gli angeli custodi, se ne andranno come sono venuti”. Lo ha detto il ministro della Difesa turco Hulusi Akar, riferendosi in particolare alla Francia e al suo sostegno alla Grecia. “Noi non cerchiamo di attizzare le tensioni, vogliamo solo difendere i nostri diritti e interessi”, ha sostenuto Akar, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione del nuovo anno di addestramento dei piloti dell’aeronautica militare di Ankara. Il ministro ha inoltre criticato la decisione degli Stati Uniti di eliminare parzialmente l’embargo di armi alla Repubblica di Cipro, che a suo dire rischia di “favorire lo scontro e non la pace”. (ANSA).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà