Violenza donne: Casellati, chi le teme le relega ai margini

24 Novembre 2020


(ANSA) – ROMA, 24 NOV – “La storia di questa giornata parla di donne che hanno pagato con la propria vita la violenza. Chi ha paura delle donne finisce per relegarle ai margini. La violenza contro le donne riguarda tutti, di questa degenerazione siamo tutti involontari complici dopo anni di lotta. Neanche una pandemia di portata globale deve fare arretrare dalla tutela dei diritti delle donne. Ognuno di noi può fare davvero molto per ogni donna”. Lo dice la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati intervenendo all’iniziativa della Commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio ‘Dalla parte delle donne. Il ruolo fondamentale dei centri antiviolenza’ in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, presso la sala Zuccari del Senato. “Il contrasto alla violenza sulle donne – sostiene – parte da quelle prospettive di autonomia morale ed indipendenza materiale che sono l’arma più potente contro ogni forma di martirio al femminile. Armi che si costruiscono lottando contro stereotipi e penalizzazioni, battendosi affinché nessuna emergenza, neanche una pandemia di portata globale, possa segnare un arretramento di fronte al cammino di emancipazione femminile. Questo è l’impegno comune che oggi dobbiamo insieme rinnovare. Un impegno che parte dal ruolo delle istituzioni e dal sistema di tutele sociali e penali, ma che al contempo chiama in causa ciascuno di noi. Perché ognuno di noi, come padre o madre, fratello o sorella, amico o amica, può fare davvero molto perché ogni donna possa godere del diritto più grande: quello ad essere libera, ad essere semplicemente donna”. (ANSA).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà