Non solo chiese e palazzi: ScopriPiacenza.it svela i siti archeologici del territorio

15 Luglio 2021

Piacenza non è solo chiese, palazzi, cucina e paesaggi mozzafiato, ma anche reperti archeologici. Ebbene sì, nel nostro territorio – come svela il nuovo portale turistico ScopriPiacenza.it di Editoriale Libertà – ci sono siti e parchi da conoscere, approfondire e vivere a trecentosessanta gradi.

SCOPRI GLI ITINERARI ARCHEOLOGICI

TRAVO – A Travo, ecco il villaggio neolitico tra capanne in legno, lavorazione dei metalli, cottura dei vasi in ceramica, scheggiatura della selce e non solo: caratteristica principale è la conservazione in vista di parte delle strutture preistoriche, messe il luce nel corso delle campagne di scavo nell’area dal 1995 sino ad oggi.

VELEIA – Un altro fiore all’occhiello è l’antica città di Veleia Romana, nel comune di Lugagnano, un luogo di grande interesse per gli storici, uno dei siti romani meglio conservati che si conoscano. Molti, nel descrivere l’antica cittadina, la definiscono la “Pompei del Nord Italia”. Nel 1760, grazie all’amministrazione di Don Filippo di Borbone, duca di Parma, Piacenza e Guastalla, iniziarono gli scavi per riportare alla luce questo preziosissimo documento storico. Tra i vari monumenti venuti alla luce troviamo le terme, dove scorreva l’acqua salina del territorio che, si favoleggiava, dona lunga vita. All’epoca dei Romani, infatti, Veleia era una delle mete privilegiate dalla classe alta, che amava godersi la tranquillità di questa zona “appartata”, immersa nelle grandi vasche di acqua fumante.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà