Ausl di Piacenza

Coronavirus, supporto psicologico alle famiglie. Un numero per i cittadini

13 marzo 2020

Anche un numero telefonico attivo tutti i giorni, dalle 13 alle 17, per fornire assistenza psicologica alla popolazione in queste ore di emergenza coronavirus.

“Per l’intensificarsi della situazione e le caratteristiche dei bisogni psicologici che si stanno evidenziando, è stato anche attivato un numero telefonico che la cittadinanza può utilizzare per supporto psicologico e informazioni di carattere psicoeducativo. Il numero di telefono 349.7217345 è attivo tutti i giorni dalle 13 alle 17. L’équipe concorderà con le persone che chiamano appuntamenti telefonici a brevissimo termine”, si legge nel comunicato dell’Ausl di Piacenza.

Prosegue dunque potenziata l’attività dell’équipe Psicosociale emergenza dell’azienda sanitaria.

Costituito per fornire assistenza psicologica alle persone esposte a eventi collettivi, naturali e sociali, di carattere traumatico, il gruppo è stato attivato dieci giorni fa nell’ambito dell’emergenza Covid-19.
In prima istanza gli è stato offerto un intervento specialistico agli operatori impegnati in prima linea e sottoposti a un carico di lavoro straordinario e ai familiari che vivono situazioni di estrema preoccupazione, dolore, incertezza e lutto per sostenerli nella rielaborazione dell’evento.

Per i primi è stata predisposta una postazione in ospedale: i professionisti possono accedere al di fuori del turno e in orario di lavoro tutti i giorni, dalle 13 alle 17, per interventi finalizzati a rinforzare le risorse personali e di gruppo e ridurre le tipiche reazioni che possono manifestarsi in contesti fortemente stressanti.

Inoltre è pianificata la presenza degli psicologi una volta alla settimana a Fiorenzuola e Castel San Giovanni in base alle richieste dei vari reparti. I sanitari che si trovano al domicilio in isolamento fiduciario o in malattia da Covid-19 possono essere contattati telefonicamente.

I familiari che hanno subìto lutti o che hanno un parente ricoverato e si trovano a casa in isolamento sono contattati telefonicamente per favorire, nel rispetto di ogni riservatezza, l’espressione della sofferenza e l’elaborazione della perdita.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Uncategorized