Bernardi a Volley Piacenza: “Trento è un ricordo. Ora vinciamo i playoff Challenge”

12 Aprile 2022

Trento va dimenticata in fretta, il cammino della Gas Sales deve riprendere immediatamente per non lasciarsi sfuggire anche l’ultimo “treno” per l’Europa. Domenica prossima inizierà infatti il girone di qualificazione per il quinto posto playoff di Superlega, praticamente un altro campionato che culminerà nella finale del 12 maggio, chi vincerà si aggiudicherà la partecipazione alla Challenge Cup 2022/2023.

L’obiettivo della squadra di Lorenzo Bernardi è uno solo: vincere. Lo ha ribadito lo stesso allenatore biancorosso ieri sera a “Volley Piacenza #atuttogas”, ospite della trasmissione di Telelibertà insieme al libero Damiano Catania. Dopo la sconfitta in casa di Trento, c’è innanzitutto spazio per qualche primo bilancio stagionale: “Penso che si debbano trarre delle considerazioni, sicuramente la nostra squadra è mancata in alcuni momenti, ma in altri ha saputo esprimere una pallavolo di alto livello. Purtroppo non è stato sufficiente per fare il salto di qualità, anche per il grande coefficiente di difficoltà per le qualità degli avversari che abbiamo incontrato. C’è rammarico in tutti noi per l’eliminazione a Trento, ma non delusione, quella ci sarebbe stata se fossimo usciti contro una formazione inferiore a noi. Ho cercato, per tutta la stagione, di sfruttare ogni componente della rosa per cercare di risolvere questo problema della continuità. Penso che negli ultimi due mesi ci sia stata una crescita costante, la squadra ha dunque raggiunto un livello molto alto e lo si è visto in particolare in Coppa Italia contro Perugia, adesso arriva un momento sia bello sia difficile perché dobbiamo consolidare i miglioramenti”.

Ora si punta alla finale del 12 maggio, ma non sarà facile: “Il nostro obiettivo è essere protagonisti e quindi vincere questo girone, però non dobbiamo commettere l’errore di considerarlo semplice. Già contro Cisterna domenica prossima sarà complicato, dobbiamo recuperare tutti i giocatori perché da qui al giorno della finale non sarà assolutamente una strada in discesa”. Chi ha dimostrato di essere in ottima forma è Catania, che si è fatto sentire nelle ultime uscite dalla seconda linea. “Non ci ha fatto piacere uscire – il commento di Damiano sul ko di Trento – però bisogna dare merito alla loro forza, questo risultato ci deve comunque dare forza per il girone, che sarà praticamente un nuovo campionato. Noi ci credevamo, c’è un po’ di delusione, ma i nostri avversari hanno saputo esprimere un ottimo gioco fin dal primo set e noi non siamo riusciti a rimanere in scia”. Soddisfatto della sua prima stagione in biancorosso, sarà ancora molto importante in questo finale di stagione. Dal punto di vista personale non ha nascosto l’amarezza, “perché speravo di accedere a questa semifinale, purtroppo non ce l’abbiamo fatta a ripetere l’impresa. In generale però sono ambientato bene fin da subito qui, il mio obiettivo è di proseguire nella mia crescita perché c’è ancora tanto da lavorare”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà