Piacenza

Primarie, 50 seggi e 500 volontari: “Aperti a tutti, anche al secondo turno”

3 novembre 2012

Il comitato per le Primarie del centrosinistra

A tre settimane dal voto del 25 novembre, si è presentato il comitato locale che ha l’incarico di allestire le Primarie del centrosinistra nella nostra provincia. Ne fanno parte Matteo  Bongiorni per il Partito Democratico, Matteo Riboli per Sinistra Ecologia Libertà, Anerio Quadrelli per il Partito Socialista Italiano, Silvio  Bisotti per il candidato Pierluigi Bersani, Giorgio  Cisini per Matteo Renzi, Fabrizio Faimali per Bruno Tabacci e Emanuela Schiaffonati per Nichi Vendola. I seggi saranno 50, di cui 9 in città. “Cercheremo di coprire al meglio tutto il territorio – ha detto Matteo Bongiorni – così come è avvenuto con le precedenti consultazioni. Da lunedì scatta la possibilità di pre-registrarsi, ossia di iscriversi preventivamente negli elenchi in cui saranno inseriti coloro che voteranno. Il vantaggio di questa operazione è essenzialmente uno: si evita di fare la fila ai seggi il 25 novembre e nell’eventuale ballottaggio”. La pre-registrazione potrà essere effettuata anche on line, anche se poi andrà convalidata di persona.
Altro punto fondamentale e oggetto di polemica nei giorni scorsi: chi non si registra per il primo turno, potrà poi votare al secondo? “Assolutamente sì – ha chiarito Bongiorni – perchè dopo il 25 novembre si aprirà una nuova “finestra” che consentirà di iscriversi anche a coloro che non lo hanno fatto per il 25 novembre”.
Il comitato ha spiegato che la mobilitazione sarà massiccia: “I volontari che lavoreranno per la buona riuscita delle Primarie saranno almeno 500. Quanti votanti ci aspettiamo? Partiamo da una base di 15-16mila, sicuramente speriamo che non ne vengano di meno”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Video Gallery