Crisi senza fine, all’asta 500mila euro di beni pignorati

29 Luglio 2014

istituto vendite giudiziarie

Se le aste giudiziarie possono essere considerate un termometro della crisi, a Piacenza la temperatura è ancora molto alta. Una febbre che a settembre porterà l’Istituto vendite giudiziarie a tentare di vendere oltre 500mila euro di beni. Si tratta di articoli pignorati a seguito di fallimenti o di altre procedure del tribunale o di Equitalia, che per recuperare denaro le provano davvero tutte. Basti pensare che nel bollettino delle vendite sono stati inseriti anche 36 balloni di fieno, per un valore di quasi 2.500 euro. E pare che sia pure un affare.
Leggendo l’elenco di quanto sarà messo all’asta ci si può fare un’idea molto chiara del fatto che la crisi non sta risparmiando davvero nessuno: mobili, jeans, muletti, pompe per pitture murarie, macchinari per la meccanica, celle frigorifere, zappatrici, trattori, persino carriponte.
Non mancano anche i semplici cittadini, che non riuscendo a pagare una cartella di Equitalia si sono visti portare via e messe in vendita l’auto o la moto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà