Maestro di scacchi a 19 anni, Mauro: “Voglio giocare con i più forti”

03 Maggio 2016

scacchi

A 19 anni il piacentino Mauro Tirelli è diventato maestro di scacchi. “Non è un gioco per vecchi” afferma ai microfoni di Telelibertà nel raccontare la passione che coltiva da quando aveva 7 anni. Ad iniziarlo è stato il padre, che Mauro ben presto ha battuto, iniziando a competere a livello nazionale ed internazionale. Per diventare maestro si è allenato per quasi due ore ogni giorno. “Ci vuole grande impegno, io sono molto istintivo, non amo stare a pensare a lungo sulle mosse”. Una partita può durare anche quattro ore, “ma – spiega Mauro – io non sto seduto tutto il tempo, quando tocca al mio avversario mi alzo e cammino nella sala”. Lo scorso mese il giovanissimo era a Stoccolma per un torneo, in estate vuole giocare con i più forti nelle competizioni in Repubblica Ceca e Barcellona.
Il circolo piacentino degli scacchi ha sede nel bar Pick-Up, l’associazione – ha spiegato il presidente Paolo Losi – conta una quarantina di iscritti, dei quali buona parte fa agonismo. L’età dei giocatori varia dai bambini di 5 anni fino agli anziani di 80.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà