La Ricci Oddi ha riaperto, dopo 24 anni torna il fascino della Signora di Klimt

27 Aprile 2021

Una quindicina di piacentini non si è lasciata sfuggire la prima occasione di visitare il Ritratto di signora di Gustav Klimt. Questa mattina, infatti, la Galleria Ricci Oddi ha riaperto i battenti, mettendo in mostra il capolavoro rubato nel 1997 e ritrovato in circostanze misteriose un anno e mezzo fa. Da allora non era stato più esposto.
Un evento molto significativo, quindi, a cui non hanno voluto mancare il sindaco Patrizia Barbieri e l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi.

Per la giornata di oggi e per i prossimi giorni sono tanti i piacentini che si sono prenotati per poter visitare non solo il Klimt, ma tutte le altre opere presenti alla Ricci Oddi.

“La riapertura della Galleria Ricci Oddi dopo questi lunghi mesi di chiusura forzata, rappresenta un segnale forte di incoraggiamento per l’intera città perché possa ripartire al meglio”. E’ quanto afferma il sindaco Patrizia Barbieri. “E’ davvero un segnale molto positivo vedere fin da subito – hanno aggiunto sindaco e assessore – un numero così elevato di visitatori alla nostra galleria, dove dopo quasi 24 anni è finalmente possibile rivedere il tanto atteso “Ritratto di signora” di Gustav Klimt. L’impegno economico per questo essenziale investimento sostenuto dall’amministrazione – hanno spiegato Patrizia Barbieri e Jonathan Papamarenghi – è stato di 536mila euro. Oltre alla climatizzazione i lavori appena conclusi hanno previsto un completo rifacimento di tutti gli impianti di illuminazione mantenendo l’impostazione dell’architetto Giulio Ulisse Arata, che progettò la Galleria”. Hanno aggiunto: “Altro impegno concreto è stato, d’intesa con la Fondazione di Piacenza e Vigevano, il rifacimento di tutte le facciate ammalorate da tempo, con un esborso a carico del Comune di oltre 47mila euro, cui sono seguiti i lavori di sistemazione dei giardini, delle aree esterne e la rimozione delle piante rampicanti; proprio nel corso di questi interventi fu rinvenuto nel dicembre 2019 il “Ritratto di Signora”. Infine a tutto questo si è aggiunta la sistemazione del salone d’onore con la tinteggiatura dell’esedra che ospita attualmente l’allestimento che ospita la preziosa opera di Klimt.

COME PRENOTARSI
La Galleria è aperta:
Martedì, Mercoledì, Giovedì: dalle 9.30 alle 13.30
Venerdì, Sabato* e Domenica*: dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15.00 alle ore 18.00
(* Sabato e Domenica visite solo prenotazione scrivendo una mail all’indirizzo: [email protected]).
La prenotazione deve avvenire entro e non oltre le ore 12.00 del giorno precedente, altrimenti l’accesso al museo non sarà consentito.

PALAZZO FARNESE- Con il ritorno in zona gialla, oltre alla Galleria Ricci Oddi, hanno riaperto anche i musei civici di Palazzo Farnese e il Museo di storia naturale.

Palazzo Farnese sarà visitabile dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 dal martedì alla domenica, mentre il Museo di Storia Naturale aprirà dalle 9.30 alle 12.30 dal martedì alla domenica, nonché nei pomeriggi del weekend dalle 15 alle 18.

Nei fine settimana occorrerà prenotare l’ingresso in entrambe le strutture museali. Il 2 maggio, prima domenica del mese, si conferma l’opportunità dell’ingresso promozionale al costo di un euro.

IL SERVIZIO DI MARZIA FOLETTI 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà