Università Cattolica, al via il corso Agrisystem: alta formazione per 45 giovani

23 Novembre 2022

E’ partito ufficialmente martedì 22 novembre, con il welcome day, il nuovo ciclo del Dottorato per il sistema agroalimentare – Agrisystem: sono 45 i giovani che hanno appena intrapreso all’Università Cattolica di Piacenza il percorso di formazione e ricerca che li condurrà, al termine di tre anni di lavoro, a conseguire il titolo di dottore di ricerca, il terzo e più alto livello della formazione universitaria in Italia e nel resto del mondo.

Dopo il benvenuto del Coordinatore della Scuola prof. Paolo Ajmone Marsan e i saluti della preside della facoltà di Economia e Giurisprudenza Anna Maria Fellegara, il programma prevedeva l’intervento di due dottoresse di ricerca Agrisystem, Francesca Lotta, che oggi lavora in Svezia come responsabile del Legal & Regulatory Affairs di OATLY e di Fosca Vezzulli, una dei 30 Q-graders, assaggiatori ufficiali di caffè in Italia (sono 6000 in tutto il mondo).

“Quello proposto da Agrisystem, che ha aderito anche quest’anno al Dottorato Nazionale in Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico, istituito dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, è un percorso che forma professionalità dotate di competenze multidisciplinari, in grado di leggere e governare i processi d’innovazione da una prospettiva sempre più internazionale – spiega ricorda il professor Ajmone Marsan – e di offrire un contributo essenziale alle aziende del settore agroalimentare chiamate a coniugare il necessario radicamento territoriale con la capacità di competere in un mercato sempre più globalizzato. Un progetto reso possibile dal sostegno importante di aziende e istituzioni – prosegue il coordinatore del corso -, testimoniato dalle 29 borse di studio mese a disposizione incluse quelle finanziate dal PNRR Un ringraziamento particolare va a Fondazione di Piacenza e Vigevano, Fondazione Invernizzi, Fondazione Parizzi e Crédit Agricole, che hanno da sempre dato un prezioso sostegno alla scuola”.

Dal 2006 ad oggi sono 214 i giovani ricercatori che hanno completato il percorso di dottorato, a cui si aggiungono i 121 dottorandi in corso, di cui 45 neo ammessi a questa edizione, sia italiani che internazionali.
La scuola di dottorato per il sistema agroalimentare è riconosciuta dall’ANVUR (l’agenzia nazionale che valuta la ricerca) come internazionale, interdisciplinare e intersettoriale.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà