Piacenza

Dalla Lilt un ecografo digitale da 200mila euro all’Ausl

16 novembre 2012

La sezione piacentina della Lega italiana per la lotta ai tumori ha donato un ecografo digitale all’Azienda Usl di Piacenza. La nuova attrezzatura, che ha un valore di circa 200.000 euro, presenta innovative caratteristiche.

La donazione è stata formalizzata dal presidente Lilt Sisto Salotti e il direttore generale Ausl Andrea Bianchi ha accolto con grande soddisfazione l’iniziativa dell’associazione.

Si tratta in definiva di un nuovo importante passo verso la diagnosi precoce e dunque la tempestiva presa in carico delle donne affette da tumore.

Mediante questo apparecchio, l’esame ecografico della mammella fornisce un’immagine coronale, assiale e laterale. Questo fa sì che possa essere utilizzato nella valutazione della risposta del tumore alla chemio terapia neo-adiuvante sostituendo in questa indagine la risonanza magnetica, fino ad oggi utilizzata.

Questa apparecchiatura consentirà inoltre, nella fase pre-operatoria una corretta e precisa mappatura della lesione tumorale, anche se questa fosse di piccolissime dimensioni.

L’utilizzo di questa macchina è inoltre utile per la popolazione femminile di età inferiore a quarant’anni. Le donne in questa fascia di età, che si trovano escluse dall’indicazione per un controllo mammografico, possono ottenere un grande beneficio dall’esame ecografico. Questo fatto è molto importante poiché si osserva anche in Italia un aumento dell’incidenza del tumore mammario in donne giovani, non ancora entrate nel programma di screening.

Grazie a questa donazione l’unità operativa di radiologia senologica si pone all’avanguardia tra le strutture italiane, oggi patrimonio solo di alcuni centri: l’ospedale di Padova, l’ospedale di Como e l’istituto tumori di Napoli.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE