“Hanno violentato un’attrice sul treno”: condannati due stranieri

10 Maggio 2013

Condannati il marocchino e il macedone di Alseno rispettivamente a sei anni e due mesi, e a 6 anni e 8 mesi di reclusione con l’accusa di aver violentato un’attrice trentenne dell’Emilia Romagna sul treno regionale Milano-Piacenza nell’aprile dell’anno scorso. Il primo avrebbe materialmente compiuto la violenza mentre il secondo avrebbe trattenuto la vittima, ma il giudice li ha considerati responsabili ugualmente della violenza nei confronti della donna. Ad aggravare poi la posizione del macedone il fatto che nel suo zainetto era stato trovato un etto di hashish di cui ha risposto in questo processo avvenuto oggi a Lodi con rito abbreviato. I due si erano difesi dicendo che la ragazza era consenziente, ma non sono stati creduti. Erano stati arrestati alla stazione di Lodi dai carabinieri circa un’ora e mezzo dopo la fermata del treno Milano – Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà