False tessere Spi-Cgil: pensionata risarcita non ritira la querela

11 ottobre 2013

Il processo per le false tessere del sindacato pensionati Spi-Cgil ha visto davanti al giudice Maurizio Boselli quattro anziani piacentini che hanno riconosciuto come false le loro firme apposte sul modulo che delegava il sindacato a trattenere una quota della loro pensione in qualità di iscritti. Tutti e quattro hanno deprecato l’accaduto, ma tre di loro hanno preferito ritirare la querela presentata a suo tempo davanti ai carabinieri della Compagnia di Piacenza. Una pensionata di 70 anni invece ha detto no. «Mantengo la querela – ha dichiarato in aula – anche se ho ricevuto dal sindacato 154 euro come rimborso per le somme che mi sono state indebitamente trattenute dalla mia pensione, ma vado avanti perché qualcuno ha sbagliato». Nuova udienza il 7 novembre.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE