Provincia

Orrore a Morfasso: decapitata a Londra la moglie dell’emigrato Silva

6 settembre 2014

20140905-234953.jpg

Da Londra l’orrore è rimbalzato in Valdarda. Palmira Silva, l’82enne che giovedì è stata decapitata con un machete nel suo giardino a Edmonton, quartiere nel nord est della capitale britannica, aveva un legame forte con Monastero di Morfasso. Palmira, originaria di Montefusco, nell’Avellinese, aveva infatti sposato Domenico Silva, nato e cresciuto a Monastero. In tanti ieri, guardando la televisione, e vedendo il volto della signora uccisa da un 25enne arrestato dalla polizia, hanno riconosciuto la donna che, insieme al marito, fino a qualche anno fa trascorreva le vacanze in alta Valdarda insieme ai figli Tony e Angela. La donna è stata decapitata nel giardino della sua abitazione. Per l’omicidio è stato fermato Nicholas Salvadore, 25 anni, un aspirante lottatore con il nome di “Fat Nick”, che vive poco distante dalla casa dell’anziana, nella tranquilla zona residenziale di Nightingale Road. Il fatto che il giovane accusato del delitto si fosse recentemente convertito all’Islam, secondo quanto riportano alcuni giornali inglesi, ha gettato l’inquietante ombra del terrorismo sull’accaduto. Ma Scotland Yard ha escluso che il delitto possa avere una matrice islamista. I dettagli in edicola oggi con il quotidiano Libertà.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia Val D'Arda

NOTIZIE CORRELATE