Torrente Tidone: spuntano chiazze di schiuma maleodoranti

14 Gennaio 2015

sarmato

Chiazze di schiuma bianca galleggiante e un forte odore sgradevole estesi per chilometri lungo il torrente Tidone: è stato solo l’aspetto più visibile e percepibile di uno sversamento di probabili liquami zootecnici che oggi pomeriggio ha interessato il basso corso del fiume tra i comuni di Gragnano, Rottofreno e Sarmato. Un inquinamento ambientale che è risultato maggiormente critico nella zona di Ponte Tidone, tra Sarmato e Rottofreno, dove è scattata la segnalazione e dove la schiuma è diventata più densa e si è accumulata sotto le arcate in un grande ammasso bianco.

La situazione ha destato una certa preoccupazione negli abitanti e negli agricoltori della zona che hanno avvisato il Corpo Forestale dello Stato, il quale ha interessato Arpa della vicenda. Al momento, però, non si è ancora riusciti a individuare la fonte dell’inquinamento, anche se le indagini si starebbero indirizzando verso il torrente Luretta.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà