Trebbia, ambientalisti contro il progetto per traversa Mirafiori

21 Febbraio 2015

mirafiori

Il Consorzio di Bonifica ha ripresentato dopo qualche anno il progetto di ricostruzione della traversa di Mirafiori (Rivergaro) che deriverà gran parte dell’acqua del Trebbia per le esigenze idriche dell’agricoltura. Ma Legambiente, alla luce di una prevista concessione di 6 metri cubi al secondo, denuncia con calcoli alla mano i numeri sproporzionati del progetto e il rischio che la nuova traversa lasci il Trebbia in secca da Rivergaro fino alla foce durante l’estate, alla faccia del Deflusso Minimo Vitale. Così, giovedì 26 febbraio alle 21, nella sede dell’ex Circoscrizione Tre di via Martiri della Resistenza, si terrà un incontro pubblico per discutere del progetto del Consorzio, attualmente sottoposto a Procedura d’Impatto Ambientale. “Si chiede di derivare una quantità d’acqua superiore alle necessità agricole”, dicono da Legambiente. “Inoltre sarà captata in subalveo, con il rischio di lasciare a secco falde e acquedotti per chilometri”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà