Bomba d’aereo, Pontieri domenica a Carrara. Diciassettemila evacuati

27 Febbraio 2015

clip_image002

A Piacenza in occasione del disinnesco della bomba d’aereo rinvenuta alla Cavallerizza, nel 2008 furono evacuati 6.700 piacentini. Domenica 1 marzo, gli artificieri del Genio Pontieri di Piacenza saranno impegnati alla stazione di Avenza nel comune di Carrara per il disinnesco di una bomba da 500 libbre (250 chili circa). Per consentire le operazioni dei militari, 17mila le persone verranno allontanate dall’area interessata. La bomba è stata trovata durante i lavori per la messa in sicurezza degli argini del torrente Carrione. Le operazioni prevedono nella prima fase la rimozione della spoletta per consentire il trasporto dell’ordigno nella cava del comune di Aulla dove avverrà la distruzione. Domenica è previsto il blocco del traffico ferroviario sulla linea La Spezia-Pisa dalle 11.10 e la sospensione della circolazione autostradale sulla A12 nel tratto tra Carrara e Massa dalle 11 fino alla conclusione delle operazioni di despolettamento e la sospensione della circolazione stradale sul tratto della statale Aurelia nei pressi dell’area del pericolo.

Nel 2014, i nuclei EOD (Explosive Ordnance Disposal) dei reparti Genio dell’Esercito hanno eseguito 2.250 interventi specialistici per la bonifica del territorio nazionale dagli ordigni esplosivi. Negli ultimi 10 anni gli interventi sono stati oltre 30.000.
Nel 2014 gli specialisti dell’Esercito del 2° Reggimento Pontieri hanno portato a termine 164 interventi di bonifica, che hanno permesso di disinnescare oltre 220 ordigni, tra questi 130 tra bombe a mano, da mortaio e da fucile, ed oltre 50 granate.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà