Franceschini in Fondazione: “Santa Chiara diventerà un collegio”

17 Febbraio 2016

Dario Franceschini in Fondazione (6)-1000

La giornata piacentina del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, dopo la visita a Bobbio per l’inaugurazione del centro permanente di alta formazione cinematografica, “Fare Cinema”, è proseguita alla Fondazione di Piacenza e Vigevano.
“La Fondazione – ha affermato il presidente Massimo Toscani – è proprietaria di due immobili, l’ex convento di Santa Chiara e l’ex palazzo Enel di via Santa Franca, fermi da anni. Vogliamo collegarli uno all’altro per creare una cittadella culturale. In Santa Chiara vogliamo creare un collegio del conservatorio Nicolini con 16 stanze e una sede delle associazioni culturali. Nell’ex palazzo Enel nascerà un centro per le arti contemporanee. La mostra di apertura è prevista a cantiere aperto nella primavera dell’anno prossimo”.

La Fondazione ha infine in animo di organizzare anche una mostra sul Guercino. “In Duomo – ha affermato l’architetto della Diocesi Manuel Ferrari – c’è la grande cupola, raggiungibile dal loggiato, decorata da Guercino. La nostra Cattedrale è caratterizzata dai percorsi interni. Metteremo insieme i due elementi ed ecco il progetto: un percorso che consentirà di apprezzare da vicino il lavoro dell’artista, il tutto integrato da una sala multimediale da realizzare nella sagrestia superiore”. Infine a palazzo Farnese sono previsti a fine anno un’esposizione ed un convegno di studi con un comitato scientifico internazionale, dedicati all’opera di Guercino e al suo scopritore, Sir Denis Mahon.
Al Ministero sono stati chiesti patrocinio e un eventuale contributo. Franceschini ha risposto: “Sicuramente ci sarà il patrocinio, vedremo se si sbloccheranno le risorse per le mostre”.
Il ministro ha commentato i progetti giudicandoli “un disegno intelligente di riqualificazione urbana” e ha sottolineato come i governi Letta e Renzi abbiano “interrotto la terribile stagione del tagli nella cultura”.

Si è parlato anche di Vigevano: la Fondazione intende realizzare nell’immobile Colombarone, oggi in disuso, un albergo etico, dove possano alloggiare i soggetti deboli.

Dari Franceschini sarà infine ospite alla Faggiola di Podenzano, per ufficializzare l’arrivo di 380mila euro con i quali la storica corte potrà diventare il primo polo dell’agroalimentare piacentino.
È stato il presidente della Faggiola Filippo Arata a parlare del progetto: “Il consiglio d’amministrazione sta lavorando assiduamente, con il contributo del Ministero inizieremo a sistemare la nostra Corte”.
La Sovrintendenza è entrata nel merito dei lavori consegnando al ministro Franceschini la bozza dell’intervento: “L’oggetto del finanziamento sarà la palazzina direzionale. Il cantiere che verrà avviato nella prima tranche con un costo di 180mila euro riguarderà il piano terra e riusciremo a realizzare tutti gli impianti. Così facendo, verranno agevolate le altre due fasi da 100mila euro”.
Il Sottosegretario di Stato all’Economia e alle Finanze Paola De Micheli ha invece affermato: “Forti della pizza più lunga del mondo realizzata ad Expo 2015 che ha unificato il mondo agroalimentare piacentino, abbiamo voluto dare continuità territoriale a quell’esperienza e siamo arrivati a costruire un progetto che vuole trasformare questo luogo, la Faggiola, nella vetrina delle eccellenze locali“.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà