Piacenza

Omicidio Gaia Molinari, prorogato di 30 giorni l’arresto del sospettato

1 aprile 2016

Gaia Molinari
E ‘stato prorogato di 30 giorni l’arresto temporaneo del 23enne sospettato di essere coinvolto nell’omicidio di Gaia Molinari, la 29enne piacentina uccisa il giorno di Natale del 2014 a Jericoacoara in Brasile. A riferirlo è il quotidiano “Diario do Nordeste”.

Francisco Douglas de Sousa si trova in carcere dall’inizio di marzo. Nel periodo in cui è stata uccisa Gaia, il giovane faceva il receptionist in un albergo a Jericoacoara. Contro di lui, le prove del dna, compatibile al 90% con quello prelevato dal corpo della vittima e un video che lo vedrebbe camminare sulla spiaggia insieme ad una ragazza che sembrerebbe la giovane piacentina.
L’analisi del dna ha escluso il coinvolgimento nel delitto di una decina di soggetti sottoposti allo stesso test. Esiste un 10% di possibilità che il dna appartenga ad un parente del 23enne arrestato.

La sorella del sospettato ha confermato la detenzione ma proclama l’innocenza del fratello che è incensurato. Secondo la sorella, Francisco non conosceva Gaia e la ragazza del video sarebbe un’americana.

Gli inquirenti mantengono il massimo riserbo sulle indagini che proseguono per identificare altre persone che potrebbero essere coinvolte nella morte della ragazza.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE