Controlli notturni lungo il Po: 25 pescatori identificati dagli agenti ittici

27 Aprile 2016

carp fishing

Sono stati dieci gli agenti ittici e ambientali volontari impegnati nei giorni scorsi e in particolare nel ponte della Liberazione per i servizi di vigilanza serali e notturni. Gli agenti fanno riferimento a due associazioni, la C.F.I. (Carp Fishing Italia) e la A.E.O.P. ( Associazione Europea Operatori di Polizia), realtà presenti sul territorio piacentino per fornire un piano di sorveglianza alieutico-ambientale sempre più professionale.
Sono stati controllati e identificati 25 pescatori, tutti di nazionalità italiana, che pescavano con canna da pesca e lenza. Non sono state riscontate irregolarità.
Il tratto sorvegliato riguarda il fiume Po e Lanche (Lanca di Soarza e Lanca Giarola) da Castelvetro a Villanova, sino al confine territoriale con la Provincia di Parma.
L’unione delle due associazioni è stata determinata allo scopo di unire i due corpi di vigilanza, al fine di unificare i metodi comportamentali delle relative guardie, e potenziare l’organico operativo che presenzierà sul territorio piacentino e al confine con le province di Cremona e Lodi.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà