Trenta parrocchie coinvolte

Frode fiscale, commercialista piacentina abusiva nei guai

15 novembre 2016

guardia_finanza

Un sofisticato sistema di frode fiscale è stato scoperto dagli uomini della Guardia di Finanza. In base alle indagini, l’ideatrice sarebbe una commercialista piacentina radiata da tempo dall’Albo dei commercialisti insieme a quattro imprenditori del Nord Italia.

In base all’accusa, la donna svolgeva abusivamente l’attività e sostituendosi ad un altro commercialista piacentino, permetteva ad alcuni clienti di compensare indebitamente i crediti Iva non spettanti, facendone certificare la legittimità ad un proprio collega di studio in buona fede, non abilitato a tale compito.

La frode consisteva nel documentare un credito Iva inesistente permettendo a tre società conniventi di non versare all’erario le dovute imposte. I crediti Iva ammontavano a 820mila euro.

I quattro imprenditori sono stati denunciati per indebita compensazione, la piacentina per emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti ed stata segnalata per il reato di abusivo esercizio della professione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE