Cern

“Premio Spazio Tesla” al fisico piacentino Lucio Rossi

14 ottobre 2017

LHC ad alta luminosità, la scienza come parte integrante dell’umanistica, i valori dell’amicizia e del volontariato. È una lezione di fisica a 360 gradi quella che Lucio Rossi, il fisico piacentino celebre per essere attivo nel campo della superconduttività applicata al Cern di Ginevra, ha dato nel corso della prima giornata del Congresso di Fisica e Medicina Quantistica in programma questo weekend al Salone degli Arazzi del Collegio Alberoni. Gli organizzatori dell’evento hanno reso omaggio alla sua carriera consegnandogli il “Premio Spazio Tesla”. Il professore ha raccontato del progetto tutto nuovo al quale sta lavorando, l’acceleratore ad alta luminosità per osservare meglio il famoso bosone di Higgs.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE