Legambiente ricorre contro Regione e Iren: nel mirino l’autorizzazione a bruciare rifiuti da fuori provincia

10 Marzo 2018

Ricorso contro Regione e Iren per l’inceneritore di Borgoforte. Lo ha presentato Legambiente nazionale come “atto dovuto a tutela della qualità dell’aria a Piacenza e verso la strategia zero rifiuti”. La pratica è stata affidata all’avvocato Umberto Fantigrossi. Si tratta di un ricorso straordinario presentato all’attenzione del presidente della Repubblica in quanto Legambiente ha ritenuto che l’autorizzazione concessa dalla Regione a Iren Ambiente di bruciare rifiuti speciali da fuori provincia e collegare l’inceneritore al teleriscaldamento, ora alimentato a metano, raddoppiandolo, non risponda al principio di precauzione richiesto dalle normative europee con l’effetto di peggiorare già la grave situazione di inquinamento dell’aria.

“L’autorizzazione non solo apre le porte alla possibilità di bruciare rifiuti speciali (assimilabili) provenienti da tutta Italia ma pone anche le premesse per mantenere in vita un impianto per altri 30/40 anni” – spiega Laura Chiappa di Legambiente Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà