Controlli

“Stazione di Piacenza più sicura del nord Italia”: treni scortati da polfer

28 aprile 2018

Sono stati resi noti questa mattina, sabato 28 aprile, i dettagli dell’operazione “Stazioni sicure”, un’attività (intrapresa su scala nazionale) finalizzata a mantenere elevati gli standard di sicurezza, con mirati servizi di prevenzione e controllo. Nello specifico, sono stati sette gli operatori della polfer (polizia ferroviaria) impegnati nell’area della stazione di Piacenza e di piazzale Marconi, i quali hanno dato vita a una serie di controlli combinati in grado di coinvolgere anche la questura di Piacenza, il reparto anticrimine di Reggio Emilia, oltre che il personale dell’unità cinofila di Bologna. Si tratta, in realtà, di un’attività straordinaria, in grado cioè di aggiungersi ai controlli quotidiani da che la polfer svolge in stazione.

In totale sono state 25 le persone (di cui 5 con precedenti penali) controllate, più 20 bagagli, dai quali però non sono emerse novità degne di nota. L’unità cinofila, specializzata nella ricerca di eventuale esplosivo, ha setacciato i vari marciapiedi e sottopassaggi, più ovviamente punti sensibili come centraline elettriche: anche in questo caso, però, i controlli hanno dato esito negativo. Dati che avvalorano ancora una volta la tesi di Piacenza stazione tra le più sicure del nord Italia.

La polizia ferroviaria di Piacenza – ha affermato il comandante della polfer di Piacenza Salvatore Altieri – oltre che fare assistenza ai viaggiatori, ha come scopo quello di prevenire ed eventualmente reprimere i vari reati, svolgendo anche attività di indagine. Oltre a garantire la sicurezza dello scalo, gli agenti fanno anche scorte brevi limitate fino a Modena e Bologna. La percentuale dei convogli scortati dalla polfer di Piacenza (che conta su un totale di 18 agenti) raggiunge il 60% sulla tratta regionale“.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE