Sporta da un ventenne

Nuova denuncia per don Segalini. I casi di approcci salgono a undici

12 settembre 2019

Nuova denuncia per l’ex parroco di San Giuseppe operaio. A rivolgersi alla polizia nei giorni scorsi un piacentino poco più che ventenne che avrebbe lamentato sgradite attenzioni da parte del sacerdote nel corso di un incontro avvenuto con don Stefano Segalini nel febbraio dello scorso anno. Delle indagini del caso si sta occupando la squadra mobile. Salgono così a 11 i casi di persone che hanno raccontato approcci da parte del parroco, che a loro dire sarebbero stati poco chiari. Per il momento don Segalini sentito dal gip ha preferito tacere, avvalendosi della facoltà di non rispondere.

Il vescovo Gianni Ambrosio domenica 26 maggio prima di celebrare messa in San Giuseppe Operaio aveva annunciato ai fedeli le dimissioni di don Segalini spiegandone le ragioni: “presunti e deprecabili comportamenti”. Proprio su questi “presunti comportamenti” ha indagato la squadra mobile. Nel corso dell’inchiesta era emerso che uno dei ragazzi avvicinati dal sacerdote era minorenne all’epoca dei fatti e che in alcuni casi, secondo i sospetti manifestati dalle vittime il parroco avrebbe utilizzato una droga o una sostanza narcotica per stordire le sue vittime.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE