Giornata mondiale

Alzheimer, a Piacenza quasi 5mila casi. “Affidarsi a un percorso diagnostico”

20 settembre 2019

Circa 4.800 anziani piacentini soffrono di Alzheimer. Ma solo la metà di loro giunge sotto la lente d’ingrandimento dei camici bianchi, perché “forse si pensa che questa malattia sia una sorta di arteriosclerosi dell’età, mentre invece bisogna affidarsi a un preciso percorso diagnostico”.

Così il dottore Pasquale Turano, responsabile dell’unità operativa di Geriatria territoriale e consultorio del decadimento cognitivo dell’Ausl di Piacenza, riassume il quadro locale di questa forma di demenza (il cosiddetto morbo della vecchiaia), in vista della 26esima Giornata mondiale dell’Alzheimer in programma sabato 21 settembre in tutto il pianeta.

L’appuntamento in città è per tutto il giorno sul Pubblico Passeggio, vicino al liceo Respighi, con il banchetto dell’associazione Alzheimer Piacenza.

“Nella provincia di Piacenza, secondo i dati epidemiologici nazionali nei soggetti con età superiore ai 65 anni, ci sono dalle 7 alle 8mila situazioni di demenza e circa il 60% di queste riguardano l’Alzheimer. Inoltre, si stima che ogni anno si presentino 850 nuovi casi”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE