Anche sette espulsioni

Picchiò carabinieri e sanitari, nigeriano arrestato sulla Caorsana

26 settembre 2019

Aveva picchiato carabinieri e operatori del 118 che lo avevano soccorso dopo una rissa, venne condannato a 8 mesi, ma di fatto si rese irreperibile. A due anni di distanza, però, i militari della Stazione di Pontenure hanno arrestato il 39enne nigeriano, senza fissa dimora, che dal gennaio del 2019 era ricercato. Il tribunale di Piacenza aveva emesso nei suoi confronti un ordine di carcerazione per lesioni e resistenza aggravata a pubblico ufficiale, commessi nell’agosto del 2017 a Castelvetro. Deve scontare 8 mesi di reclusione.
I carabinieri di Pontenure, nel corso di un normale servizio di prevenzione alla Caorsana, hanno notato che lo straniero, alla vista dell’autovettura di servizio, si era affrettato a raggiungere la vicina fermata dell’autobus che stava per sopraggiungere, quasi a sfuggire ad un controllo.
Lo hanno quindi fermato e identificato, scoprendo che a suo carico pendevano l’ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Piacenza e altri sette decreti di espulsione, l’ultimo dei quali emesso nell’agosto del 2017 dalla Prefettura di Piacenza.
Lo straniero quindi è stato portato in caserma, denunciato per inosservanza della normativa sugli stranieri e, dopo le formalità di rito, tradotto al carcere di Piacenza dove sconterà la pena.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE