Agli arresti domiciliari

Un 42enne albanese a processo in tribunale: accusato di picchiare moglie e figlia

24 ottobre 2019

Il papà accusato di picchiare la figlia adolescente e la moglie. E’ iniziato il processo a un operaio 42enne di nazionalità albanese residente in provincia. Dopo essere stato allontanato da casa in seguito alle prime indagini della polizia municipale di Piacenza, è finito agli arresti domiciliari perché avrebbe avuto contatti con la moglie, contravvenendo al divieto disposto dal giudice.

Protagoniste dell’udienza sono state le insegnanti, che a fronte di comportamenti problematici e atteggiamenti ribelli della studentessa, riuscirono a guadagnarsi la sua fiducia e a raccoglierne le confidenze.

Vittime dei comportamenti violenti dell’uomo sarebbero state sia la ragazza che la madre. Ma quest’ultima, rispondendo alle domande del pubblico ministero Monica Bubba, ha cercato di sminuire, parlando di semplici liti come in tutte le coppie.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE