Baracche, vialetti, orticello: alla Galleana spunta il villaggio abusivo con vista sul Canale della Fame

12 Gennaio 2020

Casette arredate con orto, giardino recintato, mattonelle ornamentali, piccionaie e “vista panoramica” sul Canale della Fame. Si presenta così un piccolo villaggio costruito da chissà chi fra il parco della Galleana e il diversivo Ovest, in mezzo alla vegetazione selvaggia nella zona di via Lanza. Una sorta di micro “città nella città”, a due passi dalle abitazioni ma lontana da occhi indiscreti, che tuttavia è stata notata da alcuni passanti col cane e segnalata prontamente alle forze dell’ordine. L’amministrazione comunale e gli uffici tecnici della Polizia municipale stanno verificando i contorni di legalità di questa situazione: le strutture di legno e i chioschi improvvisati sembrerebbero avere elementi di abusività a tutti gli effetti. Anche perché – fattore non secondario – gli insediamenti sorgono su un terreno appartenente al patrimonio comunale, entrato pochi anni fa nelle proprietà di Palazzo Mercanti in seguito a un contratto di permuta con l’azienda privata Edil Breda Srl e l’Opera Pia Alberoni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà