Caldo e inquinamento

Primavera in anticipo in città e provincia: sfiorati i 20°. Ma l’aria resta irrespirabile per lo smog

11 febbraio 2020

A Piacenza e provincia è scoppiata la primavera con un mese e mezzo di anticipo. In città le temperature hanno superato nel primo pomeriggio di oggi i 19°, mentre in provincia (in particolare a San Nicolò, Bobbio e Gropparello) si sono addirittura sfiorati i 20°.
Un caldo anomalo (di quasi 10 gradi superiore alle medie stagionali) che sta caratterizzando gran parte del Centro-nord e che dipende dalle correnti in arrivo dal medio Atlantico e dall’Africa Nord-Occidentale.
Il bel tempo ha portato come conseguenza il ritorno dell’allarme smog: dopo una tregua di 5 giorni, dovuta essenzialmente al vento, da quattro giorni consecutivi le polveri sottili sono tornate sopra il livello di guardia di 50 microgrammi per metro cubo. Quello di ieri è stato in città il 26esimo sforamento da inizio 2020.

Eventuali blocchi emergenziali a traffico saranno decisi nella giornata di giovedì, come prevede il protocollo regionale Liberiamo l’aria. Venerdì è attesa sul Nord Italia una perturbazione che dovrebbe portare maltempo anche nel nostro territorio, per poi lasciare ancora spazio al sole nel fine settimana.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE