Romagnosi e Casali

“Pirati” del registro elettronico, punizioni in arrivo per 80 studenti: dovranno fare volontariato

19 febbraio 2020

Ripercussioni sul voto di condotta e attività di volontariato. Sono questi i provvedimenti che verranno inflitti agli ottanta studenti degli istituti superiori Romagnosi e Casali coinvolti nel furto della password del registro elettronico dei docenti. Nella giornata di ieri, 18 febbraio, la preside Cristina Capra ha incontrato le famiglie degli allievi per comunicare quanto accaduto e individuare le punizioni più adeguate.

Nei giorni scorsi, infatti, alcuni ragazzi avevano sottratto il codice d’accesso della piattaforma online per modificare le assenze e gli orari d’ingresso in classe. Una volta scoperti, i responsabili di questa “furbata” sono stati convocati dalla dirigenza scolastica: nei loro confronti verrà attuata la sospensione con obbligo di frequenza, ovvero una sanzione disciplinare che non comporta l’allontanamento dalle lezioni bensì la riduzione del voto finale di condotta in una fascia compresa fra il 6 e il 7. Inoltre, gli studenti responsabili del furto della password dovranno sostenere ore di volontariato con alcune associazioni piacentine, tra cui Caritas e Assofa.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza