“Uniti torneremo ad essere forti”. Toccante messaggio della Polizia di Stato

05 Aprile 2020

“Anche noi facciamo la fila al supermercato, anche noi aspettiamo per fare il tampone, anche nostra moglie è in cassa integrazione, anche i nostri bambini non scendono a giocare, anche noi abbiamo un genitore anziano a casa, anche noi abbiamo paura. Uniti, noi e voi, torneremo ad essere forti”.

E’ in sintesi il toccante messaggio della Polizia di Stato che mostra una realtà a volte travisata dai cittadini: gli agenti non sono contro la popolazione, ma dalla loro parte; anche loro, come tutti, stanno vivendo con apprensione questi momenti di emergenza, per i lori famigliari e per se stessi, contribuendo con la loro professionalità a cercare di far tornare l’Italia alla normalità, nel rispetto delle regole necessarie per limitare e circoscrivere il contagio.

GUARDA IL VIDEO

Un messaggio condiviso anche dalla Questura di Piacenza, nella quale i poliziotti  hanno manifestato la loro vicinanza ai famigliari del loro collega Giorgio Guastamacchia – agente della scorta del premier Giuseppe Conte, vinto dal coronavirus – prendendo parte al post pubblicato dalla Polizia di Stato su Facebook.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà