Diocesi di Fidenza

Cordoglio a Monticelli per la scomparsa di monsignor Stefano Bolzoni

8 aprile 2020

La Chiesa ha perso un altro dei suoi presbiteri, monsignor Stefano Bolzoni di 81 anni, vinto dal coronavirus. “La comunità intera di Monticelli lo ricorda bene: tutta la sua famiglia è, da sempre, molto legata a questo territorio. Siamo tutti addolorati per la scomparsa di don Stefano”. Con queste parole il parroco di Monticelli, don Stefano Bianchi, lo ha ricordato.

Monsignor Bolzoni era nato proprio a Monticelli ed era stato ordinato sacerdote nel febbraio del 1963. Parroco di Busseto, ha ricoperto innumerevoli incarichi nella diocesi di Fidenza alla quale appartiene Monticelli. Dal 1962 al 1970 è stato vice rettore del seminario di Fidenza, vicario economo di san Nicomede fino al 1964, curato a San Pietro Apostolo in Fidenza, insegnante di matematica, scienze, religione e canto fino al 1970 al seminario. Vice direttore dell’Ufficio catechistico, delegato diocesano per l’Associazione Cattolica Esercenti Cinema, Membro del Consiglio diocesano per gli affari economici fino al 1988, vicepresidente dell’Istituto Diocesano Sostentamento Clero fino al 1990, membro del Consiglio pastorale diocesano e membro della Commissione amministrativa del Fondo di solidarietà fra il clero diocesano, membro del Consiglio presbiterale diocesano fino al 2004. Monsignor Stefano è stato anche amministratore parrocchiale della parrocchia del Santissimo Salvatore in Bersano, amministratore parrocchiale di Polesine Parmense nel 2018 e amministratore parrocchiale di Vidalenzo. Presidente della Fondazione San Donnino dal 2011 al 2019 e vicario foraneo di Busseto e Bassa Parmense dal 1970. Ha ricoperto l’incarico di parroco di Busseto sempre a partire dal 1970 ed era anche direttore dell’Ufficio Sport, Turismo e Pellegrinaggi, oltre che amministratore parrocchiale di Samboseto e San Rocco. È stata parroco di Semoriva, Madonna Prati e Roncole Verdi.
La sua passione per la musica ed in particolare per Giuseppe Verdi era nota a tutti. Una passione che condivideva con i fratelli Tarcisio e Piergiacomo, entrambi sacerdoti.

Una messa a suffragio è stata celebrata nella collegiata San Bartolomeo in Busseto da don Matteo Piazzalunga che è stato affiancato dal fratello di don Stefano, don Piergiacomo, alla sola presenza del sindaco di Busseto, Giancarlo contini che ha commentato, commosso: «Don Stefano era sensibile con i suoi parrocchiani e riusciva a condurli. Oggi siamo molto addolorati. La città ha perso un amico».

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val D'Arda